Simbologia del quadrato e del cerchio

simbologia del quadrato e del cerchioSIMBOLOGIA DEL QUADRATO E DEL CERCHIO

Poco tempo fa, ti ho parlato della simbologia del punto e della linea, che sono alla base di qualsiasi forma facente parte della Geometria Sacra. Se vuoi rinfrescarti la memoria o se ti sei persa/o l’articolo, puoi leggerlo cliccando qui.

Oggi invece affronterò la simbologia del quadrato e del cerchio.

 

Il quadrato

Il quadrato è uno dei simboli più utilizzati nella storia e simboleggia la terra. Quando un quadrato è inserito all’interno di una circonferenza (cielo) rappresenta il Creato.

Ma il quadrato ha diversi significati anche in base alle culture.
In Occidente, ad esempio, il quadrato rappresenta il pensiero razionale, la logica, la nostra esistenza fisica su questo pianeta, il successo ecc.
In Oriente, invece, rappresenta la terra, la natura femminile Yin; può simboleggiare il loto; nei mandala dei buddhisti tibetani rappresenta il tempio dove risiedono le divinità, quindi uno spazio sacro. In Oriente, il quadrato è associato ai princìpi che guidano l’incarnazione dello spirito nella materia.

In linea generale, il quadrato comunica e favorisce equilibrio, stabilità e fermezza. Ha 4 lati uguali ed è associato, per questo, al numero 4.
Difficilmente lo troverai in natura, proprio perché per crearlo in modo perfetto occorrono misure e calcoli precisi. Pertanto, viene considerato quasi unicamente un prodotto della nostra mente.

Jung sostiene che i mandala di forma quadrata sono una prova del dinamismo del Sè; un dinamismo, una forza che regola ed equilibra la nostra vita psichica. I mandala quadrati, o comunque incentrati sul numero quattro, sono creati dalla nostra mente per armonizzare tutto quello che viene prodotto dai nostri pensieri, sentimenti, intuizioni e sensazioni.

Joan Kellogg, una delle più famose arte-terapeute, ha studiato molto l’impatto psicologico dei mandala sulle persone e ha potuto notare che molto spesso il quadrato nei mandala rappresenta l’ambiente e le persone che ci circondano, oltre che le situazioni di vita vissuta o che stiamo vivendo.

Le linee rette che compongono un quadrato simboleggiano razionalità, senso concreto, pratico e realismo.
Inoltre, dato che il cerchio mandalico simboleggia i nostri confini psichici, nel momento in cui noi disegnamo un quadrato al suo interno, significa che abbiamo fatto nostri (o lo stiamo facendo in questa fase della vita) i significati del quadrato.

Quando in un mandala disegnamo quadrati, molto spesso può significare che siamo in armonia con il nostro Sè e potremmo sviluppare più autostima.

 

Il cerchio

Il cerchio è il simbolo per eccellenza di un mandala.

Il cerchio lo troviamo in moltissime forme naturali (fiori… ), umane (l’occhio… ), cosmiche (Sole, Luna, pianeti… ), architettoniche (rosoni… ), ecc… Potrei affermare con sicurezza che siamo “circondati di cerchi” ^^

I nativi americani Sioux celebravano i loro rituali dedicati al Sole dentro una tenda circolare; i celtici, durante i loro riti magici, utilizzavano il cerchio per allonantare i nemici; nella cultura cinese il Tao è rappresentato da un cerchio… Ogni cultura ha il proprio uso del cerchio, accompagnato dal significato specifico.

In linea generale, il cerchio è protezione. Tutto ciò che si trova al suo interno è protetto e potenziato.
Jung diceva che:

“In questo simbolo si cela un effetto magico molto antico, che deriva originariamente dal “cerchio protettivo”, dal “cerchio magico”, la cui magia si è conservata in infinite usanze popolari. L’immagine ha lo scopo evidente di tracciare un magico solco intorno al centro (o recinto sacro) della personalità più intima, per evitare la dispersione, o per tenere lontane le distrazioni provocate dal mondo esterno”.

Poichè il cerchio contiene e organizza tutto quello che si trova al suo interno, i mandala ci aiutano a capire meglio noi stessi.

Il cerchio è simbolo di movimento e di eternità: una linea senza un punto iniziale e senza un punto finale. Il cerchio simboleggia un tempo che non ha fine nè inizio, e proprio per questo è considerato anche un simbolo di Dio.

Se all’interno del mandala, al centro, c’è uno spazio circolare vuoto, questo indica un’esperienza del Sè. Un’esperienza che è stata fatta, oppure è in atto, oppure che si farà in futuro. La psicoanalista Von Franz la chiamava “la finestra dell’eternità” in quanto l’essere umano si libera da una visione limitata del tempo e dello spazio. Grazie a questa finestra, l’uomo entra in contatto con l’eterno che ha dentro e, allo stesso tempo, questo eterno si manifesta esteriormente sotto forma di eventi.

Cerchi piccoli all’interno di un mandala possono proteggere, custodire o liberare alcuni aspetti di noi stessi. Inoltre, possono simboleggiare il flusso della vita.

Qualche volta può capitare di disegnare o vedere nei mandala delle forme che somigliano a delle gocce o mandorle. Si chiamano mandorle mistiche e nel mondo religioso si trovano dietro al Cristo o alla Vergine Maria quando sono disegnati, dipinti o scolpiti nel punto di unione tra la terra e il cielo.
Ritrovare la mandorla mistica nei nostri mandala potrebbe significare che in quel momento ci sentiamo in uno stato di beatitudine, di grazia.

shadow-ornament

Bene! Il nostro piccolo viaggio alla scoperta della simbologia finisce qui per oggi ^^
Ti ringrazio davvero tanto per aver letto fino a qui e se hai qualcosa da aggiungere scrivi pure nei commenti. La simbologia è un tema talmente ampio che si potrebbe scrivere per decenni.
La prossima volta parlerò del triangolo e della croce...

Se ritieni che questo articolo possa essere utile, condividilo nei tuoi socials, cliccando sui pulsanti che trovi qui sotto.

Se vuoi chiedermi qualcosa, contattami compilando il modulo qui in basso.

Un abbraccio di Luce ♥

Sonia

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Vuoi lasciare un commento?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: