Simbologia del punto e della linea

Simbologia del punto e della linea

SIMBOLOGIA DEL PUNTO E DELLA LINEA

I simboli del punto e della linea io li uso sempre nei miei mandala, perché sono due simboli base della geometria sacra.
La geometria sacra viene utilizzata in ambito architettonico, nella costruzione di templi, chiese, moschee e altri edifici, ma più di tutti viene usata nelle pratiche religiose ed esoteriche.
E Wikipedia ci ricorda che:

Il termine geometria sacra è anche usato per indicare l’applicazione della geometria alla religione e all’esoterismo, come conseguenza diretta della concezione del cosmo […]. Gli oggetti geometrici che occupano un ruolo più importante in ambiti sacri e/o esoterici sono quelli che presentano più simmetrie, quali ad esempio i solidi platonici o i poligoni regolari, o quelli che generalmente richiamano un’idea astratta di eleganza e bellezza, quali la sezione aurea.
Tali forme geometriche sono usate in tutte le culture nella costruzione e strutturazione di edifici sacri come templi, moschee, megaliti, monumenti, chiese, nonché di spazi sacri come altari, temenoi e tabernacoli, oltre che nella creazione dell’arte sacra. Le stesse strutture geometriche (come la sezione aurea, le piramidi, o i poligoni regolari) sono presenti nell’antica architettura egizia, greca e romana, nonché nell’Europa medievale cristiana. Le comunità spirituali dell’India e dell’Himalaya costruirono templi e fortificazioni basati su strutture geometriche dette mandala e yantra.

Quindi, ora potete capire il motivo per cui sia così importante, quando si costruisce un mandala o se ne chiede uno personalizzato, avere almeno un’infarinatura generale dei simboli principali di base: punti, linee, quadrati, cerchi, triangoli, croci, spirali ecc.

Ma perché si chiama geometria sacra?
Perchè le forme che ne fanno parte descrivono in modo perfetto ciò che vediamo intorno a noi.

Ad esempio, avete mai notato la composizione di un cristallo di ghiaccio? È composto da forme geometriche perfette.
La luce, il corpo umano (vedete ad esempio l’uomo vitruviano di Leonardo da Vinci), la corteccia interna di un albero… tutto quello che ci circonda fa parte della sacralità dell’Universo, perché ogni cosa è stata creata da Dio per rendere il Tutto in armonia ed equilibrio. Nulla è casuale, ci sono rapporti e principi di base che connettono il Microcosmo con il Macrocosmo in modo perfetto. Unico. Divino.

E ora passiamo a una breve descrizione della simbologia del punto e della linea.

IL PUNTO

Il punto rappresenta l’Origine, l’Essenza, è il Principio universale, l’inizio e la fine di tutto.
Simboleggia la centralità e la nostra centratura interiore, l’equilibrio e l’armonia. È adimensionale, cioè non ha dimensione, questa è pari a zero.
Mentre dal punto di vista psicologico rappresenta la stabilità. Nel buddismo e nell’induismo, invece, rappresenta la forza maschile.

Nella matematica sacra, il punto, corrisponde al numero 1, ovvero l’unità, gli inizi, il Principio emanatore da cui tutto si origina, da cui tutto si muove, prende forma, vita.

LA LINEA

La linea è considerata l’estensione del punto in un’unica dimensione. Di conseguenza, rappresenta l’estensione del pensiero creatore e l’emanazione di energie positive.
Se disegnata in orizzontale, simboleggia continuità, la dimensione terreste e dell’uomo… Se disegnata in verticale, invece, (quindi come se salisse verso il cielo) rappresenta il mondo celeste e spirituale. Se disegnata in altri modi, ad esmepio in diagonale, curva ecc, acquisisce significati simili a quelli appena descritti, ma con le dovute sfumature.

Ha un punto di partenza e un punto di arrivo e, diversamente dal cerchio, questi due punti non si ricongiungeranno mai.

Lo scopo inconscio nel disegnare una linea è quello di partire, intraprendere un viaggio, che porterà verso una meta, un obiettivo, un traguardo. Nulla si ripete, è un cammino continuo, in avanti.

shadow-ornament

La nostra breve panoramica sulla simbologia del punto e della linea termina qui.
Se voi avete osservato i miei mandala, questi due elementi non possono e non devono mai mancare, perché sono parte integrante della perfezione Divina, del nostro essere interiore, della nostra spiritualità e sacralità di essere umani.

Presto vedremo altri due simboli: il cerchio e il quadrato ^^

Se pensate che questo articolo possa essere utile a qualcuno, sentitevi liberi di condividerlo, cliccando sulle piccole icone che trovate qui in basso.
A voi piace la simbologia sacra? Avete mai approfondito questo argomento?
Per qualsiasi informazione scrivetemi una mail, oppure potete contattarmi tramite il modulo qui sotto. Vi risponderò con piacere!

GRAZIE

Un abbraccio di Luce ♥

Sonia

Il tuo nome (richiesto)

La tua email (richiesto)

Oggetto

Il tuo messaggio

Ecco, Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Salva

Vuoi lasciare un commento?

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: